La conclusione dell’amministrazione giudiziaria di BRT: un percorso virtuoso verso il cambiamento

Posted by CtfItalia
Category:

La conclusione dell’amministrazione giudiziaria di BRT

Il Tribunale di Milano ha decretato la conclusione dell’amministrazione giudiziaria di BRT, azienda attiva nel settore dei servizi logistici e di trasporto. Questa decisione rappresenta un importante passo avanti per l’azienda, che ha dimostrato di essere ora meglio equipaggiata sotto diversi aspetti.

Un percorso virtuoso di cambiamento

Secondo quanto affermato dall’amministratore giudiziario, BRT ha tracciato un percorso virtuoso di cambiamento, caratterizzato da una completa discontinuità rispetto alla gestione passata. Grazie a nuove professionalità e competenze, l’azienda ha migliorato la propria governance, l’assetto organizzativo e gli organi di vigilanza e controllo. L’obiettivo di questo percorso era quello di garantire che BRT potesse operare con un nuovo modello di business, focalizzato sulla trasparenza nei rapporti negoziali, in particolare nell’handling e nel trasporto. Si è quindi lavorato per evitare situazioni critiche come quelle che avevano portato all’applicazione della misura dell’amministrazione giudiziaria.

Le criticità riscontrate e il piano rimediale

L’amministrazione giudiziaria di BRT era stata disposta dal Tribunale di Milano nel marzo 2023, a seguito di un’indagine della Procura della Repubblica di Milano nel settore dei servizi logistici e di trasporto. Questa indagine aveva coinvolto diversi operatori del settore e aveva portato alla contestazione di una colpa in organizzazione a BRT. L’azienda, pur svolgendo un’attività economica lecita, aveva agevolato la commissione di alcuni illeciti da parte dei fornitori dei servizi di facchinaggio, logistica e trasporto. In collaborazione con l’autorità giudiziaria e con il team dell’amministratore giudiziario, BRT ha avviato successivamente un imponente piano rimediale. Questo piano ha coinvolto diversi aspetti dell’azienda, tra cui l’assetto organizzativo, la corporate governance, gli organi di controllo e di vigilanza, le procedure aziendali e la compliance. BRT ha effettuato una profonda revisione del proprio modello di organizzazione, gestione e controllo, conformemente al decreto legislativo 231/2001. Inoltre, è stato implementato un sistema di controllo interno rafforzato e istituita una funzione procurement. Sono state adottate nuove procedure di selezione e contrattualizzazione dei fornitori di servizi di facchinaggio e trasporto, con l’obiettivo di ridurre i rischi di ingerenza nella gestione dei rapporti, garantire la genuinità degli appalti e assicurare che i partner commerciali di BRT abbiano elevati standard di correttezza operativa e requisiti reputazionali adeguati. BRT ha inoltre avviato un progetto di internalizzazione, che prevede l’assunzione diretta di circa 600 dipendenti. Questa scelta strategica permetterà all’azienda di avere un maggior controllo sulle proprie risorse umane e di garantire una gestione più efficiente dei processi interni.

Una nuova fase per BRT

La conclusione dell’amministrazione giudiziaria rappresenta un punto di svolta per BRT. Grazie al percorso virtuoso intrapreso e alle azioni messe in atto per risolvere le criticità riscontrate, l’azienda si presenta ora più solida e preparata per affrontare le sfide future. La nuova governance, l’assetto organizzativo migliorato e i nuovi organi di vigilanza e controllo permetteranno a BRT di operare in modo trasparente e in linea con gli standard più elevati. Inoltre, l’internalizzazione e l’assunzione diretta di dipendenti consentiranno un maggiore controllo e una gestione più efficiente delle risorse umane. BRT ha dimostrato di essere in grado di imparare dagli errori del passato e di intraprendere azioni concrete per migliorare la propria reputazione e operatività. Ora, l’azienda è pronta per una nuova fase di crescita e successo nel settore dei servizi logistici e di trasporto.

Lascia un commento

Color Skin

Header Style

Nav Mode

Layout

Wide
Boxed
This website uses cookies and asks your personal data to enhance your browsing experience. We are committed to protecting your privacy and ensuring your data is handled in compliance with the General Data Protection Regulation (GDPR).